AGENZIA DELLE ENTRATE

INTRASTAT.BIZ PATRIMONIO DI TUTTI

abbonamenti speciali servizi informativi INTEGRA ON LINE

COME SOSTENERE INTRASTAT.BIZ

Cari amici, grazie per la vostra numerosa partecipazione. Vi chiediamo un momento di attenzione. Se in questi mesi avete potuto apprezzare l’importanza di questo blog nel vostro lavoro quotidiano, adesso avete un’opportunità concreta per sostenerlo.

Tutti i nostri contenuti sono gentilmente concessi dallo staff di esperti fiscali di INTEGRA ON LINE.

Nuove Regole per la Fatturazione 2013

SCARICA IL PDF - [330.53KB]
Regole Fatturazione 2013
Ultimo Aggiornamento: 28/01/2013 - Numero Download: 1382

  http://www.intrastat.biz/wp-content/plugins/downloads-manager/img/icons/pdf.gif

FATTURAZIONE 2013: LE REGOLE DA OSSERVARE

L’art. 1, commi da 324 a 335, Legge 228/2012, c.d. “Legge di Stabilità 2013”, ha recepito nell’ordinamento nazionale le disposizioni in materia di fatturazione previste dalla Direttiva 2010/45/UE. Le nuove regole sono applicabili alle operazioni effettuate a partire dal 1.1.2013.

NEWS: Cessato allarme numerazione fatture 2013

Numerazione fatture 2013: tanto rumore per nulla …

Il novellato art. 21, c. 2, lett. b), DPR 633/1972, stabilisce che la fattura deve contenere un numero progressivo che la identifichi in modo univoco (in precedenza era prevista la numerazione progressiva delle fatture per anno solare).

Ciò significa, in altri termini, che due fatture, pur se emesse in anni diversi, non possono avere lo stesso numero.

NEWS: Cambio numerazione fatture 2013

Numerazione fatture 2013: soluzioni operative

Il DL 216/2012, di recepimento della Direttiva 2010/45/UE, ha modificato, tra l’altro, la disciplina IVA in materia di fatturazione delle operazioni con decorrenza 1.1.2013.

Tra le modifiche apportate all’art. 21, c. 2, DPR 633/1972, assume particolare rilevanza la disposizione per effetto della quale non è più prevista la numerazione delle fatture per anno solare (ossia, che la numerazione delle fatture inizi ogni anno dal numero 1).

Esportazioni con consegna dei beni in italia

SCARICA IL PDF - [129.51KB]
Focus Operazioni con l'Estero N° 17
Ultimo Aggiornamento: 03/01/2013 - Numero Download: 2183

  http://www.intrastat.biz/wp-content/plugins/downloads-manager/img/icons/pdfgold.png
N. 17: Esportazioni con consegna dei beni in italia – 10 dicembre 2012

Le cessioni all’esportazione con trasporto o spedizione a cura del cessionario non residente, mantengono il regime di non imponibilità IVA quando l’uscita fisica dei beni dal territorio comunitario avviene entro 90 giorni dalla loro consegna in Italia. Esaminiamo i presupposti per l’applicazione del regime di non imponibilità IVA previsto dall’art. 8, c. 1, lett. b), DPR 633/1972, per le cosiddette esportazioni “improprie”.

NEWS: Scadenza richiesta di rimborso IVA

ENTRO IL 30.9.2012 LA RICHIESTA DI RIMBORSO DELL’IVA PAGATA ALL’ESTERO

È fissato al prossimo 30.9 il termine per la richiesta di rimborso dell’IVA pagata nel 2011 a fronte di acquisti effettuati in Paesi appartenenti alla UE. L’istanza va presentata in forma telematica all’Agenzia delle Entrate secondo la procedura ex art. 38-bis, DPR 633/1972. Sempre al 30.9 è fissato il termine per la richiesta di rimborso dell’imposta pagata nei Paesi extracomunitari con i quali vigono accordi di reciprocità (Svizzera, Norvegia e Israele). L’istanza va presentata in forma cartacea direttamente all’autorità tributaria del Paese nel quale è stata versata l’imposta oggetto di richiesta di rimborso.

Nuova Territorialità IVA per Servizi di Formazione

SCARICA IL PDF - [233.19KB]
Territorialità Iva per la Formazione del Personale
Ultimo Aggiornamento: 26/07/2012 - Numero Download: 416

  http://www.intrastat.biz/wp-content/plugins/downloads-manager/img/icons/pdf.gif

LA NUOVA TERRITORIALITA’ IVA PER I SERVIZI DI FORMAZIONE DEL PERSONALE

Con RM n. 44/E/2012, l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che il servizio di formazione e aggiornamento del personale ha natura didattica e pertanto la relativa localizzazione territoriale segue regole diverse a seconda dello status e della qualità del committente.

NEWS: Termine di Presentazione Dichiarazione di Intenti

NUOVO TERMINE DI PRESENTAZIONE DELLA DICHIARAZIONE DI INTENTI

Con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale n. 52/2012 del DL 16/2012, a decorrere dal 2.3.2012 entrano in vigore alcune importanti disposizioni di semplificazione degli adempimenti tributari.

Tali disposizioni potranno essere oggetto di modifiche nel corso dell’iter di conversione in legge del decreto (che dovrà comunque concludersi entro il 1.5.2012). Tuttavia, trattandosi di un decreto legge, le norme ivi contenute dovranno essere osservate dai contribuenti a far data dal 2.3.2012.

Chiarimenti su Archivio VIES: modalità di inserimento, diniego e revoca

SCARICA IL PDF - [320.32KB]
Circolare n. 39/E/2011
Ultimo Aggiornamento: 02/08/2011 - Numero Download: 583

  http://www.intrastat.biz/wp-content/plugins/downloads-manager/img/icons/pdf.gif

ARCHIVIO VIES: LE MODALITA’ DI INSERIMENTO, DINIEGO E REVOCA

Con CM n. 39/E/2011, l’Agenzia delle Entrate fornisce importanti chiarimenti relativamente all’iscrizione nell’archivio VIES (Vat Information Exchange System). In particolare, il documento di prassi analizza le nuove regole per l’inserimento nell’archivio degli operatori autorizzati a porre in essere operazioni intracomunitarie (scambio di beni e prestazioni di servizi), finalizzate alla prevenzione delle frodi IVA in conformità alle disposizioni comunitarie in materia.

Agenzia delle Entrate: Chiarimenti sulla Territorialità IVA Luglio 2011

SCARICA IL PDF - [231.50KB]
Circolare n. 37/E/2011
Ultimo Aggiornamento: 29/07/2011 - Numero Download: 1003

  http://www.intrastat.biz/wp-content/plugins/downloads-manager/img/icons/pdf.gif

AGENZIA DELLE ENTRATE: CHIARIMENTI ESAUSTIVI SULLA TERRITORIALITA’ IVA

Con CM n. 37/E/2011, l’Agenzia delle Entrate interviene nuovamente sulla territorialità IVA delle prestazioni di servizi, fornendo un quadro pressoché esaustivo delle nuove regole in vigore dal 2010. Come evidenziato dalla stessa Agenzia, il documento di prassi tiene conto delle indicazioni contenute nel Regolamento UE 282/2011.