AGENZIA DELLE ENTRATE

NEWS: Semplificazioni Black List

COMUNICAZIONE OPERAZIONI BLACK LIST: LE SEMPLIFICAZIONI IN ARRIVO

L’art. 1, c. 1, 2 e 3, DL 40/2010, ha introdotto l’obbligo di comunicare all’Agenzia delle Entrate gli acquisti e le cessioni di beni, e le prestazioni di servizi rese e ricevute, registrate o soggette a registrazione, di importo superiore a € 500, poste in essere con operatori economici con sede, residenza o domicilio nei Paesi a fiscalità privilegiata.

NEWS: Comunicazioni Black List solo per importi oltre i € 500

COMUNICAZIONE BLACK LIST SOLO PER OPERAZIONI DI IMPORTO SUPERIORE A € 500

Con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale n. 52/2012 del DL 16/2012, a decorrere dal 2.3.2012 entrano in vigore alcune importanti disposizioni di semplificazione degli adempimenti tributari.

Tali disposizioni potranno essere oggetto di modifiche nel corso dell’iter di conversione in legge del decreto (che dovrà comunque concludersi entro il 1.5.2012). Tuttavia, trattandosi di un decreto legge, le norme ivi contenute dovranno essere osservate dai contribuenti a far data dal 2.3.2012.

Chiarimenti Black List Marzo 2011

SCARICA IL PDF - [276.47KB]
Chiarimenti Black List Marzo 2011
Ultimo Aggiornamento: 10/03/2011 - Numero Download: 806

  http://www.intrastat.biz/wp-content/plugins/downloads-manager/img/icons/pdf.gif

COMUNICAZIONE BLACK LIST: NUOVI IMPORTANTI CHIARIMENTI

Con CM 2/E/2011, l’Agenzia delle Entrate fornisce importanti chiarimenti relativamente al nuovo obbligo di comunicazione delle operazioni effettuate con operatori economici localizzati nei c.d. Paesi “black list” (paradisi fiscali).

Nuovi Chiarimenti Black List

SCARICA IL PDF - [188.08KB]
Nuovi Chiarimenti Black List
Ultimo Aggiornamento: 28/01/2011 - Numero Download: 303

  http://www.intrastat.biz/wp-content/plugins/downloads-manager/img/icons/pdf.gif

COMUNICAZIONE “BLACK LIST”: NUOVI CHIARIMENTI

Nel corso di una videoconferenza organizzata dalla stampa specializzata, l’Agenzia delle Entrate, in risposta a specifici quesiti, ha fornito alcune importanti precisazioni sul nuovo obbligo introdotto dal DL 40/2010.

Va osservato che le risposte fornite in occasione della videoconferenza, dovranno comunque trovare ufficialità nell’ambito della tradizionale circolare che l’Agenzia delle Entrate predispone raccogliendo le indicazioni rese agli organi di stampa.

Black List per le Stabili Organizzazioni

SCARICA IL PDF - [195.40KB]
Black List per le Stabili Organizzazioni
Ultimo Aggiornamento: 27/12/2010 - Numero Download: 223

  http://www.intrastat.biz/wp-content/plugins/downloads-manager/img/icons/pdf.gif

COMUNICAZIONE BLACK LIST ANCHE PER LE STABILI ORGANIZZAZIONI

Le operazioni che avvengono tra la stabile organizzazione di un soggetto economico residente in Italia, stabilita in un Paese a fiscalità privilegiata, ed i soggetti economici ivi operanti devono essere riepilogate nella comunicazione “black list”.

Proroga Comunicazione Paesi Black List

SCARICA IL PDF - [297.54KB]
Proroga Comunicazione Paesi Black List
Ultimo Aggiornamento: 14/09/2010 - Numero Download: 338

  http://www.intrastat.biz/wp-content/plugins/downloads-manager/img/icons/pdf.gif

OPERAZIONI CON PAESI “BLACK LIST”: LA PROROGA DELLA COMUNICAZIONE

Al fine di contrastare l’evasione fiscale operata nella forma delle cosiddette frodi “carosello” e “cartiere”, il DL 40/2010 ha introdotto un nuovo obbligo di comunicazione in capo a tutti i soggetti passivi che pongono in essere operazioni IVA con operatori economici aventi sede, domicilio o residenza in Stati o territori considerati “paradisi fiscali”.

Operazioni Paesi Black List

SCARICA IL PDF - [253.07KB]
Operazioni Paesi Black List
Ultimo Aggiornamento: 03/07/2010 - Numero Download: 534

  http://www.intrastat.biz/wp-content/plugins/downloads-manager/img/icons/pdf.gif

NUOVI ADEMPIMENTI PER LE OPERAZIONI CON PAESI BLACK LIST

Il DL 40/2010 (c.d. “Decreto Incentivi”) ha introdotto l’obbligo, in capo ai soggetti passivi IVA, di comunicare all’Agenzia delle Entrate tutte le operazioni riguardanti cessioni di beni e prestazioni di servizi, effettuate e/o ricevute, con operatori economici aventi sede, residenza o domicilio nei cosiddetti Paesi “black list” di cui ai DDMM 4 maggio 1999 e 21 novembre 2001.